NEWS

AGRinCORTO 2017: le premiazioni

Ecco nel dettaglio come si sono svolte le serate finali di AGRinCORTO 2017.

Una rigida selezione dei 297 cortometraggi pervenuti da una quarantina di Paesi è stata proiettata nella sera di venerdì 5 maggio nel salone dell’Agricola. A tutti gli spettatori è stata consegnata una scheda di voto che è servita a decretare il vincitore del premio del pubblico. Ma non solo, tra coloro hanno visto e votato più corti è stato assegnato un abbonamento alla storica arena estiva “Cinema nel parco” che si svolge ogni anno in Villa Ghirlanda.

Sabato 6 si è svolta invece presso l’Auditorium del Pertini la serata finale con premiazione dei corti vincitori,  presentata da Mara Rocco (consigliera) e Fabio Scalzotto (vicepresidente di Agricola) e alla presenza dell’Assessore alla cultura Andrea Catania.

Il presidente di Nicola Volanti ha premiato con una menzione speciale il lavoro che meglio interpreta lo spirito del festival, in particolare l’attenzione al tema della terra: A CASA MIA di Mario Piredda.

Parlando del film il regista e giurato Claudio Casazza ha detto che i suoi “attori hanno facce da vero cinema, con rughe che ricordano l’aridità della terra sarda in cui il corto è ambientato”.

Il premio del pubblico è andato a UOMO IN MARE di Emanuele Palamara. Un corto di denuncia, In cui l’attore di Gomorra Marco d’Amore interpreta un testimone di giustizia.

THE EDGE di Alexandra Averyanova, “piccolo gioiello di animazione russa che  ha la pazienza di raccontare una storia semplice e commovente”, secondo il critico Matteo Marelli, altro membro della giuria,  è stato premiato come migliore opera prima. Un premio che il comitato organizzatore ha mantenuto rispetto all’edizione precedente, perché crediamo che soprattutto quando si cimentino per la prima i registi alle prime armi abbiano bisogno di un riconoscimento per i loro sforzi.

Il premio dedicato alle scuole e alle associazioni benefiche è andato a IO CI SONO – Arci Movie / Istituto Comprensivo 46° Scialoia – Cortese (Napoli). Consegnando il premio al regista Marco Benincasa, l’ass. Andrea Catania ha riconosciuto come Agrincorto abbia vinto la “temeraria sfida di diffondere la cultura del cinema e portare un festival internazionale a Cinisello Balsamo”.

Il premio della sezione regina “Il sale della terra” è andato a VITA FUORI CAMPO di Alessandro Marinaro, “sorprendente divertissement metacinematografico realizzato con un piccolo budget ma un’idea vincente”.

Il premio è stato annunciato da Dario Rinaldo, responsabile della comunicazione del Festival che ha brevemente presentato l’associazione musicale di cui è segretario: Palinsesto.

Durante i ringraziamenti finali ai giurati, al pubblico, ai registi, all’ass. Catania e allo staff del comune e a quello di Agricola, Fabio Scalzotto ha ricordato come Agrincorto risponda alla mission di Agricola di “seminare cultura e fare rete con altre associazioni del territorio. I corti vincitori verranno proiettati durante la rassegna estiva, altri verranno probabilmente inseriti nel programma del Labour Film Festival al cinema Rondinella di Sesto San Giovanni e altri ancora saranno proiettati nella rassegna ‘Lo sguardo delle donne’ a cura di Mille&unavoce.”

AGRinCORTO 2017: in programma la fase finale

Giunge a conclusione il concorso di cortometraggi organizzato da Cooperativa Agricola e Comune di Cinisello Balsamo. Inizia venerdì 5 maggio alle ore 18,00 presso la sede di Cooperativa Agricola la fase conclusiva della seconda edizione di AGRinCORTO. Nonostante i criteri di partecipazione molto restrittivi posti dal comitato organizzatore presieduto da Fabio Scalzotto, vicepresidente di Cooperativa Agricola, si è registrato un aumento dei lavori iscritti rispetto al numero già sorprendente della scorsa edizione. Da tutto il mondo sono pervenuti 297 cortometraggi quest’anno: 252 per la sezione “Il sale della terra” e 45 per la sezione dedicata alle scuole e alle associazioni, per un totale di oltre 3900 minuti, equivalenti a circa 65 ore di materiale video.

Notevole la mole di lavoro svolta dalla giuria di professionisti del settore: Claudio Casazza, regista e autore di documentari, Sergio Oliva, general manager di Anteo SpazioCinema e Matteo Marelli, critico e giornalista cinematografico.

Nella prima serata verranno proiettati e giudicati dal pubblico i cortometraggi finalisti scelti dalla giuria: al più votato sarà assegnato il premio del pubblico. Sarà una serata di buon cinema corroborata da un aperitivo con rinfresco offerto a tutti i partecipanti. Tra coloro che avranno visto e votato più cortometraggi sarà assegnato un abbonamento alla storica arena estiva “Cinema nel parco” che si svolge in Villa Ghirlanda a Cinisello Balsamo.

Sabato 6 maggio si svolgerà invece la serata finale nella prestigiosa location dell’auditorium del centro culturale Il Pertini. Nel corso della cerimonia saranno proclamati i cortometraggi che si saranno distinti per qualità tecnica e artistica: un premio sarà assegnato per ciascuna delle due sezioni: “Il sale della terra” e la sezione a tema libero riservata a scuole e associazioni benefiche e culturali. Verrà inoltre assegnato il premio alla migliore opera prima.

Registi, giuria, staff organizzativo e Amministrazione comunale invitano tutti a queste serate di grande rilievo che abbracciano cinema e cultura. Con un brindisi finale terminerà AGRinCORTO 2017.